Alba e Parma insieme per la gastronomia: rete per nuove sinergie fra territori

postato in: food, Giornalismo | 0

Parma_City_of_Gastronomy_Unesco_www.chiaramarando.it

Un sodalizio gastronomico è quello che il 6 febbraio scorso è stato sancito dalla città di Alba e Parma, fresca di nomina a “City of Gastronomy” UNESCO. All’interno della sala consigliare “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba, il Sindaco Maurizio Marello e l’Assessore alla Cultura e Turismo Fabio Tripaldi hanno accolto il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e l’Assessore al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Parma Cristiano Casa, nell’ambito delle iniziative volte a promuovere la candidatura di Alba al network internazionale Unesco Creative Cities of Gastronomy.

E sarà proprio Parma a sostenere con forza questa candidatura consolidando, in tal modo, l’unione tra questi due punti di riferimento nel panorama food italiano. Lo scopo è quello di valorizzare quanto più possibile tutto il valore e l’eccellenza del patrimonio enogastronomico nazionale, un unicum nel mondo che tutti apprezzano e ricercano.
Proprio per questo, durante l’incontro, è stato presentato un particolare protocollo d’intesa che sancisce i cardini di questa collaborazione tra Alba e Parma.

«Siamo contenti di avervi accanto in questo percorso al network internazionale Unesco Creative Cities of Gastronomy – ha dichiarato Sindaco Maurizio Marello – in cui abbiamo deciso di provare ad entrare. L’anno scorso abbiamo saputo di essere candidate insieme a Parma vivendo questo momento con collaborazione. Poi, il ministero ha scelto Parma e noi siamo contenti di questo risultato. Contemporaneamente gli amici della città emiliana ci hanno detto che sosterranno la nostra candidatura per il 2017. Questa è stata un’occasione davvero importante per far incontrare i nostri due territori. Al di là della candidatura, che è comunque importante, si vuole iniziare a lavorare assieme su una serie di progetti che metteremo in pista per fare del turismo il motore più forte della nostra economia».

Anche il sindaco Federico Pizzarotti ha espresso il suo favore nei confronti di questa iniziativa che lega le due città: «L’idea di creare un circuito dei territori enogastronomici fa sistema inglobando particolarità e peculiarità, comunicandole insieme e meglio all’estero. Da qui si sviluppano e crescono i rapporti tra le due città ma anche con il mondo internazionale. Il protocollo d’intesa permetterà la partecipazione di Parma alle iniziative di Alba e la partecipazione di Alba e del suo territorio agli eventi di Parma».

Un’operazione che certamente porterà ad una maggior ricchezza di offerta e, di conseguenza, ad una sempre più alta appetibilità nei confronti dell’estero attraverso la realizzazione di specifiche attività turistiche.

«Rinnovo la nostra disponibilità a sostenere Alba sulla redazione del dossier ma anche su altre attività – ha promesso l’Assessore al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Parma Cristiano Casa Importante cercare di far sì che anche Alba entri nell’albo delle città creative Unesco. Questo riconoscimento ci ha dato un’eccellente risonanza mediatica sulla stampa internazionale e spero ci farà raggiungere presto l’obiettivo dell’incremento flussi turistici sul nostro territorio».

Lascia un commento